Statuto

Art. 1  –   COSTITUZIONE

E’ costituita l’associazione denominata Make in Italy che basa la propria attività sull’impegno volontario, libero e gratuito degli associati; ha vocazione solidaristica e mutualistica e non ha finalità di lucro.

Art. 2 SEDE SOCIALE E DURATA DELL’ASSOCIAZIONE

L’Associazione ha sede legale e operativa in Milano, presso ZooiLab, via Savona 97. L’eventuale trasferimento della sede legale, purché all’interno dei confini nazionali, non comporta modifica statutaria.

Art. 3 – FONDO COMUNE

Il fondo comune dell’Associazione è costituito:

1)   dai contributi versati dagli associati

2)   dai beni eventualmente acquisiti dall’Associazione mediante utilizzo dei suddetti contributi

3)   da ogni altro bene pervenuto all’Associazione per atti di liberalità

Il fondo comune, così come sopra definito, si intende vincolato e destinato all’adempimento degli scopi propri della presente Associazione.

3.2 Eventuali utili derivanti dall’attività dell’Associazione saranno reinvestiti per il perseguimento esclusivo degli scopi della stessa e non possono in nessun caso, neppure in forma indiretta, essere distribuiti tra i soci.

3.3 I soci non possono chiedere la divisione del fondo comune né pretendere la restituzione dei corrispettivi versati ai fini della sottoscrizione delle quote della presente Associazione in caso di cessazione dalla qualità di socio per qualsiasi motivo.

3.4 La quota sociale non può essere trasferita – a qualsiasi titolo – a terzi o rivalutata.

3.5 In caso di scioglimento dell’Associazione si applica l’articolo 13.

Art. 4 – SCOPO: VALORI, MISSIONE ED ATTIVITA’ ASSOCIATIVA

I valori a cui si ispira l’Associazione sono: innovazione, condivisione, apertura, amore per il sapere artigianale, amore per la conoscenza scientifica.

L’Associazione Make in Italy si presenta come luogo di ricerca e coordinamento di iniziative volte a favorire la nascita di una cultura della personal fabrication attraverso la condivisione di conoscenze e connessioni.

Nei confronti dei membri l’Associazione offre anche un’opera di consulenza (art. 7) e di assistenza per i problemi di gestione più comuni e, più in generale, svolge una funzione “catalitica”, accelerando la collaborazione tra realtà affini, favorendo la condivisione di servizi comuni mediante diversi tipi di iniziative, per esempio reti di fidelizzazione e di co-creazione (per progetti hardware e software).

“Make in Italy” si impegna a creare una Comunità aperta i cui aderenti condividano e credano nei valori sopra espressi.
 L’Associazione attuerà la sua missione attraverso tutte le possibili attività necessarie alla realizzazione della missione sopra descritta, nel rispetto dei valori ivi citati. A titolo esemplificativo e non esaustivo, vengono elencate di seguito alcune delle attività previste:

1.     Diffusione di elaborazioni, scritti, pubblicazioni e riferimenti sulle tematiche della personal fabrication, anche mediante la creazione di un apposito sito internet,  www.makeinitaly.org

2.     Creazione di gruppi di lavoro per coordinare ricerche nell’ambito della personal fabrication e dell’artigianato digitale.

3.     Creazione di eventi di networking.

4.     Conferenze tematiche e workshop.

5.     Creazione di eventi di fabbing aperti al pubblico.

6.     Contributo alla diffusione dei temi suddetti anche sviluppando collaborazioni, rapporti e sinergie con le Università e le Scuole, con le Organizzazioni Non-Profit, con il Settore Pubblico e Privato, con le Associazioni di Categoria.

7.     Creazione di un database di case studies di successo accessibile ai membri.

8.     Creazione di piattaforme on-line di coordinamento e sviluppo di iniziative open-hardware e open-source.

Gli obiettivi strategici e operativi vengono decisi a ogni Assemblea ordinaria, come da art. 11.

Art. 5 – SOCI

Possono associarsi a “Make in Italy” soggetti italiani e di altra nazionalità che si riconoscono nei valori e nella missione dell’Associazione.

5.1 Non sono previsti requisiti d’ammissione.

Art. 6 – CATEGORIE DI SOCI

Tutti i soci hanno diritto di un voto singolo e sono tenuti al versamento della quota di adesione determinata, entro il 31 dicembre dell’anno precedente, dal Consiglio Direttivo. Ogni aspirante Socio deve versare la quota associativa annuale al momento della presentazione della domanda di ammissione. Il mancato versamento della suddetta quota causerà la decadenza della candidatura. Nel caso in cui la richiesta di associazione sia respinta la quota associativa annuale versata sarà restituita al candidato.

Tutti i Soci devono versare la quota associativa annuale entro il 31 marzo di ogni anno.

6.1 Provvisorio: per l’anno di costituzione la quota verrà versata contestualmente all’Assemblea Costitutiva.

6.2 Le dimissioni devono essere presentate in forma scritta, per posta o via e-mail, all’attenzione del Presidente. Queste non dispensano il socio uscente dal pagamento della quota associativa annuale e delle eventuali somme dovute sino al termine dell’anno sociale in corso al momento delle dimissioni; il saldo dovrà comunque essere corrisposto contestualmente alle dimissioni stesse.

Lo scioglimento del rapporto sociale per recesso, dimissioni, decadenza, espulsione o per qualsiasi altra ragione non da diritto al rimborso della quota associativa versata, alla restituzione dei contributi né allo scioglimento del fondo comune o alla liquidazione della quota del fondo comune né alcun altro diritto sul patrimonio dell’Associazione.

6.3 Esclusione dei soci

L’assemblea può votare, con maggioranza semplice, l’esclusione di soci che non abbiano osservato i valori di apertura e condivisione, o che abbiano svolto attività in contraddizione con i valori promossi dall’Associazione.

 

Art. 7 – MODALITA DI EROGAZIONE DEI SERVIZI

L’Associazione condivide con i soci strategie di marketing, studi di mercato e progetti per sviluppare attività innovative nell’ambito della personal fabrication. Offre assistenza per l’internazionalizzazione, l’accesso ai capitali e ai bandi pubblici, lo svolgimento di pratiche burocratiche funzionali alle attività imprenditoriali.

Le attività svolte in suo nome diventano case studies accessibili a tutti i membri, in quanto “Make in Italy” promuove la collaborazione e l’integrazione tra i propri associati.

Art. 8 – ADESIONE AD ALTRE ORGANIZZAZIONI

“Make in Italy” potrà aderire ad altre Organizzazioni nazionali e internazionali, con scopi sociali affini, a favore del rafforzamento delle finalità dell’Associazione. L’Associazione è autonoma e indipendente da ogni posizione e/o influenza politica e religiosa.

Art. 9 – ORGANI SOCIALI

Sono organi dell’Associazione: 
L’Assemblea dei soci, il Consiglio Direttivo, il Presidente e il VicePresidente. Gli appartenenti agli organi sociali operativi (Consiglio Direttivo, Presidenza, VicePresidenza) potranno percepire i rimborsi delle spese sostenute in ragione dell’attività svolta. L’Assemblea dei soci elegge i sette componenti del Consiglio Direttivo mediante voto segreto. Il Presidente e il VicePresidente sono eletti dal Consiglio Direttivo. Gli organi sociali operativi rimangono in carica tre anni.

Il Consiglio Direttivo si riunisce in seduta ordinaria di regola almeno una volta a trimestre, alla data e nel luogo  stabiliti di volta in volta dal Presidente; le riunioni possono essere organizzate mediante dispositivi di telepresenza (quali le “skype call”). Riunioni straordinarie del Consiglio Direttivo possono essere convocate dal Presidente su propria autonoma decisione o su richiesta di almeno la metà più uno dei componenti del Consiglio stesso. La riunione del Consiglio Direttivo è considerata valida se sono presenti almeno quattro dei suoi componenti, tra i quali almeno uno tra Presidente e Vice Presidente. Il Consiglio delibera a maggioranza dei presenti.

Nel caso in cui alcuni consiglieri si dimettano il Consiglio può eleggere per cooptazione i nuovi consiglieri dopo aver ascoltato informalmente i soci.

Art. 10 – COLLABORATORI

Per la realizzazione delle sue attività, l’Associazione può servirsi di collaboratori il cui compenso sarà stabilito dal Consiglio direttivo.

Art.11 – ASSEMBLEA DEI SOCI

L’Assemblea dei soci è il massimo organo deliberante dell’Associazione. Alle assemblee ordinarie e straordinarie hanno diritto di partecipare e di votare tutti i soci maggiorenni in regola con il versamento della quota associativa. Ogni socio ha diritto a un singolo voto, ai sensi dell’art.2532, secondo comma, del codice civile. L’Assemblea dei soci viene convocata in via ordinaria almeno una volta l’anno entro il 30 giugno per l’approvazione del rendiconto e del bilancio di previsione e, nel caso di scadenza, per il rinnovo delle cariche sociali che, ove applicabile, si intendono prorogate fino a detta assemblea. L’Assemblea può essere convocata in via straordinaria per decisione del Consiglio Direttivo, o su richiesta di almeno un terzo dei consiglieri, o su richiesta di un quarto dei soci. L’Assemblea ordinaria o straordinaria è convocata dal Presidente con preavviso a ciascun associato di almeno trenta giorni, mediante comunicazione sul sito www.makeinitaly.org, e attraverso e-mail, indicante data, ora, luogo e ordine del giorno della riunione. L’Assemblea è presieduta dal Presidente o in sua assenza dal Vicepresidente. Il Presidente dell’Assemblea nomina un Segretario per la redazione del verbale. E’ possibile assistere e votare all’Assemblea anche in telepresenza. 
E’ di competenza dell’Assemblea in sede ordinaria: discutere e deliberare sugli indirizzi generali dell’Associazione e sugli obiettivi da raggiungere; proporre specifici gruppi di lavoro ed attività; eleggere i membri del Consiglio Direttivo; discutere e approvare i rendiconti consuntivi e i bilanci di previsione; deliberare su qualsiasi altra questione che le venga sottoposta dal Consiglio Direttivo. E’ di competenza dell’Assemblea in sede straordinaria: deliberare eventuali modifiche allo statuto; deliberare in merito all’eventuale scioglimento dell’Associazione. L’Assemblea è validamente costituita e delibera in unica convocazione con il voto favorevole della maggioranza dei soci presenti, esclusi dal computo gli astenuti.
 Delle riunioni di assemblea è redatto verbale in forma sintetica a cura del segretario su apposito libro dei verbali; tale verbale deve essere sottoscritto dal Presidente e dal segretario.

Art. 12 TUTELA DELLA PRIVACY

Ogni Socio autorizza al trattamento dei dati personali, ai sensi D.Lgs. n. 196/2003. I Soci acconsentono pertanto che nominativi, e-mail, numeri telefonici fissi e di rete mobile, indirizzi, ecc. siano conservati in un   apposito elenco a disposizione degli Organi Direttivi e, con esplicito consenso, anche degli altri Soci per le sole finalità di persecuzione degli scopi dell’Associazione.

Art 13. SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE

L’Associazione può essere sciolta:

1)   per delibera dell’Assemblea a unanimità;

2)   per le altre cause previste dall’articolo 27 del codice civile.

In caso di estinzione, il patrimonio sarà devoluto ad altre associazioni aventi finalità simili e selezionate dall’Assemblea.

NORME TRANSITORIE

I soci fondatori costituiscono il primo nucleo dei soci effettivi. Gli stessi, riuniti in Assemblea, eleggono il Consiglio Direttivo dell’Associazione che rimane in carica sino alla prima Assemblea generale da tenersi entro fine 2013.

P.IVA 97668780154

Vai alla barra degli strumenti