In arrivo a Roma l’Open Hardware Summit

OHS

Dal 28 settembre al 5 Ottobre esperti e protagonisti del mondo dell’innovazione provenienti da tutto il mondo si incontreranno a Roma per la lnnovation Week che si concluderà con la seconda Edizione Europea della Maker Faire, la più grande fiera dedicata al digital manifacturing.

Promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata da Asset Camera, l’Innovation Week si pone l’obiettivo di mettere Roma al centro del dibattito sull’innovazione a 360 gradi toccando temi quali: Open Hardware, Social Innovation, Maker City, Social Democracy, Sharing Economy, Open Data, Impact Bonds, con un ricco programma curato da Riccardo Luna.

Nell’ambito della lnnovation Week, il 30 settembre 2014 e il 1 ottobre 2014 presso l’Auditorium Parco della Musica a Roma si terrà, per la prima volta al di fuori degli Stati Uniti, l’Open Hardware Summit 2014, quinta edizione della conferenza annuale organizzata daOpen Source Hardware Association.

Il Summit è un evento di due giorni con keynote e workshop incentrati sul tema del movimento Open Source Hardware, il focus di quest’anno è “Dall’Open Making all’Open Manufacturing”.

L’obiettivo è ampliare le definizioni di che cosa significa essere open nell’economia dei beni tangibili, dei prodotti e della manifattura. E’ estremamente importante capire in che modo le licenze di rilascio della proprietà intellettuale (come i creative commons), il coinvolgimento delle comunità e le attività di cooperazione possano svolgere un ruolo essenziale in questo contesto. Si tratta di cambiare non solo le nostre tecnologie, ma le nostre case, le nostre auto – in definitiva il modo in cui viviamo.

La presenza contemporanea della Maker Faire e dell’Open Hardware Summit rappresenta un’occasione fondamentale non solo per i makers, ma in misura maggiore per le imprese italiane ed estere, nel momento in cui possono confrontarsi direttamente con esperti del settore e con casi di successo sui temi della manifattura, del design, della produzione elettronica, dell’elettronica di consumo, della meccanica, dell’artigianato, dell’architettura, ecc., beneficiando dell’esposizione a tali importanti e innovativi argomenti. Alcuni dei temi di interesse potranno essere:

  • i progressi nella fabbricazione digitale e le implicazioni legate alla proprietà intellettuale;
  • come adottare approcci innovativi aperti intorno a un prodotto, tecnologia o un servizio;
  • capire come il design è influenzato da questi modelli open source e come sfruttare licenze open per coinvolgere comunità che possono contribuire a diminuire i costi di ricerca e sviluppo;
  • quali sono le attività e il modello di sostenibilità della produzione open source e qual è l’impatto sui mercati e la concorrenza.

Per questo motivo, Make in Italy e Open Source Hardware Association hanno deciso di unire le loro forze per invitare le aziende italiane desiderose di conoscere il cambiamento in atto a partecipare all’Open Hardware Summit 2014 e alle iniziative che verranno organizzate per raccontare alle aziende interessate i vantaggi che potrebbero ottenere abbracciando l’open innovation.

Le Iscrizioni all’Open Hardware Summit 2014 sono aperte: è possibile registrarsi gratuitamente! Registrati per OHSUMMIT

Per prepararsi al meglio al Summit vi suggeriamo alcune letture:

Simone Cicero “Fablab e cultura open source: così le città si riprenderanno la produzione” 

Una bella intervista a Tomas Diez: “Global transitions, Fab Labs and Fab Cities: Interview with Tomas Diez

Andrea Danielli “Guida al successo di una start-up hardware tra rischi e vantaggi dell’open source

Ricordatevi, infine, di scaricare gratuitamente l’ebook Impresa open source: la contaminazione maker nella manifattura curato da Andrea Danielli e Riccardo Vurchio per Make in Italy e Lo Spazio della Politica.

 

, ,

Comments are closed.

P.IVA 97668780154

Vai alla barra degli strumenti